Le attività della polisportiva SOLEMAR

Una lettera di Luciano Cattani ai Consiglieri Solemar

Sono passati un po’ di mesi dalla nostra vacanza e dalla partenza incerta ma entusiasta di Solemar .

Vi scrivo anche a nome di Antonio Marcianò, per darvi un aggiornamento su quello che è successo nel frattempo.

Abbiamo messo insieme 63 soci paganti e 157 soci aspiranti.

A costoro confermeremo le nostre coordinate bancarie e gli manderemo la scheda mod. UISP di conferma della loro iscrizione e di scelta delle attività da frequentare in Solemar.
Abbiamo un conto in banca, presso la Fineco, nel quale possiamo finalmente incassare le rimesse dei soci, e dal quale possiamo fare bonifici a costo 0. L’unico inconveniente è che pagheremo il bollo come una società, leggermente più alto che un privato cittadino.

Abbiamo stretto solidi legami di collaborazione con Save the Children Onlus che ha in Punto Luce a Scalea la sua-per così dire – filiale locale, abilmente condotta da Angelo Serio .

Ambra Bocchi ha messo insieme 24 allievi di Basket, che addestra ed allena in una palestra di Scalea.

Viceversa Prospero e Maria Luisa Ciancia si allenano per i campionati italiani di Ballo, in una palestra di Praia a mare, concessa in uso gratuito fino a Maggio. Ieri 13/2 stavano competendo a La Spezia .

Abbiamo incontrato più volte l’Italfondiario e – AUDITE AUDITE AUDITE – abbiamo ottenuto il comodato gratuito dei locali sotto la reception della Club House. Tanto per vostra informazione: una piccola palestra ed un ufficio che potrà essere adattato a studio medico, 6 docce, 2 saune (uomini e donne).

Gli operai del Villaggio sono già all’opera per “disboscare“ il passato, e Tonino è molto collaborativo.

Gli spazi sono eccellenti e sarebbero ottimi per i nostri fini. Sono stati concessi in comodato sia a Solemar che alla ASD del Bridge, così potranno diventare sede di tornei invernali, eventualmente.
Viceversa il Prosperi, che inizialmente sembrava molto propenso a darci Le Club in comodato (riteneva saggiamente, più facile vendere o affittare a Club pieno) è stato apparentemente fermato dai figli . Guido Curcio ha tentato di riparlarci e vedere se potevamo riaprire il discorso, ma si è fermato di fronte a richieste economiche dai 15.000 l’anno in su.
Io ho qualche limitazione di disponibilità perché dall’11/12 ho assunto un incarico molto impegnativo a Milano, che mi porta li 3 o 4 giorni a settimana, ed ho meno tempo a disposizione, almeno fino a Maggio.

Alberta Di Silvio ci sta dando una manona con statuto, iscrizioni, libri soci e regolamenti vari. Alberta ha lavorato sodo davvero, presto vedrete ulteriori comunicazioni di delibere da prendere per accogliere soci, per forse rettificare l’anno sociale, per darci regolamenti e procedure, ecc . .

Sul fronte dei programmi 2016 e delle attività da fare molto dipenderà dalla conclusione delle vicende contrattuali: io sono soddisfatto per Italfondiario, abbastanza scoraggiato per Prosperi ma… cercheremo ancora .

All’esterno abbiamo contatti con un organizzatore di eventi di atletica di Scalea, e con la sua compagna per assistenza infermieristica o altri servizi sanitari domiciliari, che potrebbe aiutarci a organizzare corsi di pronto soccorso .

Grazie a Carlo Cottone abbiamo il collegamento con un maestro di tennis per grandi e piccini che fa già mini-corsi di tennis a Tortora.

Possiamo contare sui Ciancia per il ballo , abbiamo accesso a palestre (fuori villaggio tuttavia ).

Il Sindaco di San Nicola vorrebbe che gli organizzassimo i giochi della gioventù per le scuole medie.

Il 10 e 11 maggio il giro d’Italia fa tappa a Scalea  e Solemar potrebbe far parte del programma.

A ferragosto c’è da anni una spettacolosa recita dell’Inferno di Dante alle grotte di Pertosa. C’è un treno ( tipo Orient express ) che raggiunge i paesi della Sila.

Tramite i Ciancia potremmo attrarre uno stage di ballo (ospitato al Villaggio sotto al nostro) in luglio. Potremmo anche organizzare splendide gite a Matera sia estive che natalizie: i Ciancia con i loro contatti locali hanno organizzato una gita per vedere il presepe vivente. La gita è stata un successone, con una spesa inferiore ai 100€ a persona. E via tante altre cose.

Le idee non mancano, le risorse locali sarebbero facilmente disponibili, bisognerebbe solo avere 30 anni di meno ( per me e Antonio ) ed abitare giù almeno 6/9 mesi l’anno .Abbiamo assolutamente bisogno di qualcuno che o viva lì 6 mesi l’anno, o abbia voglia di dedicare un pò di tempo a Solemar.

Una novità assoluta: stiamo cercando di far investire ad Italfondiario una certa cifra, per promuovere nella prossima primavera la vendita degli immobili al Villaggio del Bridge ai Club bridgistici Italiani. Se funzionasse, vorremmo offrire anche week end gratuiti a chi ha intenzione di visitare il Villaggio per comprare: incrociate le dita, sarà difficile ( telefonata di oggi: molto difficile ), ma ci stiamo provando.

Qualche cattiva notizia: per una svista il nostro Statuto ha fissato l’anno sociale dal 1 Gennaio al 31 Dicembre, mentre le nostre intenzioni e la nostra assicurazione vanno dal 1 Settembre al 31 Agosto dell’anno successivo. Stiamo facendo accertamenti su come rettificare la cosa.

Se si potranno prendere scorciatoie bene , altrimenti inghiottiremo l’amara pillola di registrare lo statuto (300 €).

I consiglieri devono versare 25 e non 20 € l’anno, perché i 20 sono andati tutti a UISP, Solemar ne dovrebbe ricevere almeno 5. Antonio, Guido, Alberta, Prospero, Maria Luisa ed io abbiamo già adempiuto , per gli altri mi farò vivo successivamente. Alcuni Consiglieri hanno poi fatto una donazione ( chi 55, chi 200 € a puro titolo di liberalità a Solemar).
Una volta risolto il busillis Anno sociale, con Alberta, scriveremo a tuti i soci che sono in attesa di pagare e di fare le schede specifiche UISP di richiesta di iscrizione, informandoli sullo stato dell’arte dei comodati e delle attività.

Antonio Marcianò è tornato a Sarzana, io e Guido a Roma, e voi alle vostre case ( Milano , Firenze ). Carlo Cottone, il cui aiuto è silenzioso ma prezioso, tornerà al villaggio a giorni, mentre i Ciancia sono sempre lì.

Bene, mi pare di avervi fatto una panoramica forse non dettagliata ma esauriente.

Non vi illudete: avremo bisogno di voi , della esperienza organizzativa e musicale di Adriano Jasci, della precisione di Federico, della praticità ( e della “Forza”) e dei previsti 3 mesi al Villaggio di Valeria Grati, ed infine continueremo ad utilizzare i canini affilati e la capacità professionale di Alberta, e la capacità di penetrazione e di intavolare rapporti di Carlo Cottone.

Nel frattempo sappiamo che fa molto freddo… Cercate di stare caldi.

Un caro saluto, anche a nome di Antonio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *